Auguri 2018n 

COLLEGIO   DEI   GEOMETRI

   E GEOMETRI LAUREATI

 DELLA  PROVINCIA DI  PALERMO

   90144 Palermo – Passaggio dei Poeti, 22

        Tel. 091/6255309 – 091/6251733                                             

                    Fax 0917302673                            

                  www.geometri.pa.it

        E-mail: segreteria@geometri.pa.it                         

 

                                              

 

 

 

                                                                                    

COMUNICATO STAMPA

PIANO CASA, IL NO DEI GEOMETRI:

“LA DELIBERA ADOTTATA ERA DA RETTIFICARE”

 

                                                                                                 23 luglio 2010

 

 

Sulla delibera di attuazione  della legge regionale  riguardante il “Piano casa”  si registra l’intervento del Collegio dei Geometri e Geometri laureati della provincia di Palermo, che stigmatizza l’approvazione della delibera in Consiglio comunale.

“”Il provvedimento deliberativo – si legge in una nota del Collegio – necessitava di rettifiche e precisazioni come concordato e condiviso con la Commissione Urbanistica in seno all’audizione degli ordini e collegi professionali, tante che, prima di votarlo, era stato deciso un ulteriore incontro, che avrebbe dovuto tenersi entro la fine del mese”.

“Abbiamo appreso con molta amarezza – interviene il presidente Carmelo Garofalo – che la delibera era stata subito dopo l’audizione approvata dal Consiglio comunale, che si deve pensare ha ritenuto superfluo il coinvolgimento delle istituzioni ordinistiche, malgrado la loro disponibilità al confronto, e il cui apporto, in questo come in altri casi, sarebbe stato fondamentale”.

Tre sono i punti contestati dal Collegio:  le restrizioni troppo numerose che, secondo Garofalo, “avranno un impatto occupazionale molto negativo in una città dove l’edilizia ha sempre svolto un ruolo importante” , l’irregolarità di un atto “che dovrebbe contenere norme che sostengono l’attività edilizia e la riqualificazione del patrimonio e che invece vanno nella direzione opposta” e lo stravolgimento, a detta della categoria, della legge nazionale “snaturata  prima dalla Regione e poi dal Comune che, come è noto, non può legiferare”.

“Siamo da sempre impegnati – conclude il presidente Garofalo in una nota – nella promozione e nel rilancio, all’insegna della legalità, delle attività edilizie: questa delibera non ci piace perché non dà alcuna spinta propulsiva alla nostra città in termini di sviluppo” Per il consiglio comunale un’altra occasione mancata.

 

 

Ufficio stampa

Marianna La Barbera

Area Riservata

stampa

consigliofondazione_2

cassa

geoweb

Go to top